Partenze NCAA 2018

Martina Faietti è giunta da noi con idee ben precise sul suo percorso accademico e sportivo: stava completando la sua laurea triennale in "Scienze e tecnologie alimentari" presso l'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e voleva proseguire specializzandosi nel settore con un master o una seconda laurea negli Stati Uniti senza però esser costretta ad interrompere la sua carriera pallavolistica. Nonostante diversi college validi sia sportivamente sia accademicamente avessero mostrato subito interesse nei suoi confronti, nessuno di questi aveva il tipo di specializzazione che Martina stava cercando. Ed è stata la sua grande determinazione che l'ha portata a pazientare e non accontentarsi fino a quando non è finalmente arrivata la proposta perfetta: una squadra in NCAA Divisione 1, una borsa di studio sportiva completa e un Master in Nutrition presso la University of Memphis!

Diverso è stato il percorso di Rachele Rastelli, anche lei pallavolista di Parma, che abbiamo conosciuto quando era già al quinto anno di superiori: voleva partire subito dopo la maturità per iniziare l'università negli States. Quindi poco tempo per preparare e fare i test di inglese e d'ammissione, a cui aggiungere gli impegni sportivi e l'esame di maturità sempre più vicino. Anche per Rachele diverse offerte, ma ha dovuto aspettare i risultati dei test per capire a quali di questi college avrebbe potuto essere ammessa per poi prendere la sua decisione dopo un incontro ufficiale con quella che sarebbe diventata la sua nuova coach: destinazione New York, St John's University, un campionato in NCAA Divisione 1, una full scholarship ed un major in Public Relations and Advertising ad attenderla. 

Sara Esposito invece si era già diplomata nel 2017 e si era iscritta con poca convinzione all'università in Italia: non poteva frequentare e sentiva che quello non era il percorso giusto per lei. Tramite una sua compagna di squadra che aveva già deciso di intraprendere questo percorso scopre l'esistenza di questa opportunità e non ci pensa due volte: decide di immegersi in questo progetto e di provare a partire per poter contiuare a giocare e a studiare in un college americano. Purtroppo i primi tentativi ai test non sono molto positivi, ma Sara non si perde d'animo, continua a studiare inglese e quando ritenta gli esami il progresso è notevole. Questi nuovi risultati le permettono di essere ammessa e ricevere una full athletic scholarship alla East Tennessee State University. Sara studierà Dietetics e giocherà nella Southern Conference in NCAA Divisione 1.